CREAZIONE DI UN DISTRETTO DI BIODIVERSITA’ VITICOLA DEI MONTI PISANI. Resoconto sul Seminiamo Saperi On-Line, 23 Maggio 2020.

il Youtube su cui è registrato TUTTO QUANTO
Il Prof. Fabio Menacarelli e Sirio Bonanni discutono delle pratiche vitivinicole del passato a Montemagno.

E qui ci va la presentazione con tutte le foto e qualche commento di Fabio Mencarelli. Se anche Sirio e Romolo facessero qualche disegnino dei diversi modi di potare le viti… a V (viste a Bolzano da Sirio durante il militare), Pari con alzata, filari a Capotorto, e recentemente a Cornicchiolo (più veloce perché senza legature ma presumibilmente con meno produzione).

I toponimi delle aree più elevate nella valle di Montemagno, sia scritti che utlizzati in paese, rivelano l’uso a vigna che ne è stato fatto nel passato mentre adesso sono per lo più a pino (ora bruciato ma sta rioccupando le sue aree). Questi terrazzamenti di quota più elevata sono stati realizzati probabilmente da fine ‘800 fino agli inizi del ‘900, prima del primo conflitto mondiale.

La fillossera (link Wikipedia) in una vignetta del settimanale britannico Punch, 6 settembre 1890. [Pubblico dominio]